Home > On the road > 26 Dicembre 2004, ore ….

26 Dicembre 2004, ore ….

26 Dicembre 2004


Oggi è un giorno che sarà dimenticato per l’immane tragedia del maremoto nel mare delle Andamane. A stasera, 20.49 di Domenica, le vittime sembrano essere più di 11.000… non credo ci siano parole per ciò che è successo; questa volta, forse, l’uomo non c’entra nulla, ma è come se la natura si fosse vendicata di qualche cosa.
Le foto che trovate in questo blog descrivono qualcosa che probabilmente oggi non c’è più: non posso dimenticare le immense distese di sabbia bianca di Phuket, Karon beach, Kata beach, Patong beach… il mare cristallino di Phi Phi Island, Maya Bay… oggi, forse, tutto questo non c’è più. E’ un’orribile sensazione quella che si prova nel vedere delle immagini alla televisione, sapendo di essere stati in quei luoghi poche settimane prima. India, Thailandia: Paradisi che oggi si sono trasformati in Inferno. Senza contare le persone che hanno perso tutto o che sono scomparse, come inghiottite da un mare assetato di sangue.
Sono triste, perché oggi ho rivisto quei posti dove un mese fa ho trascorso giornate indimenticabili; ora tutto è distrutto: non ci posso credere, non riesco ancora a crederci!
Non so per quale disegno divino tutto questo sia successo; quelle terre abitate per la maggior parte da persone che vivono nella miseria più nera, e nello stesso tempo meta di turisti da tutto il mondo.
Per un giorno tutti, senza distinzione alcuna, hanno conosciuto la paura, il terrore, accomunati dall’impotenza che noi tutti abbiamo nei confronti della natura. Chissà perché tutto questo…
Ma è inutile farsi domande adesso, è inutile perché la risposta non c’è… anzi, forse, la risposta è la fuori, sotto gli occhi terrorizzati di migliaia di persone che ricorderanno questo Natale per un dono che peggiore non poteva essere.
Sono triste.

Categorie:On the road Tag:
I commenti sono chiusi.